in , ,

Madonie,temperature oltre i 30°C. Incendi a Chiusa Sclafani e Petralia Sottana

Gli incendi di questi ultimi giorni hanno messo a dura prova tutto il territorio. Notte di paura ancora nel palermitano con roghi dolosi, favoriti anche dalle temperature che hanno superato i 30 gradi e dal forte vento di scirocco, che hanno creato paura e apprensione nella popolazione. Questa mattina sono tornati in azione i Canadair nella zona di Chiusa Sclafani per spegnere l’ultimo rogo non ancora domato. Ieri fino a tarda notte si sono sviluppati incendi a Misilmeri e Petralia Sottana. Uno dei più estesi è divampato nella borgata di Ciaculli, alla periferia orientale di Palermo. Le fiamme partite da un terreno pieno di rifiuti hanno minacciato le case popolari. Sono andati a fuoco auto e furgoni. Oltre a diverse squadre dei vigili del fuoco sono intervenute diverse volanti di polizia per fare evacuare circa 250 residenti dalle abitazioni. Sempre a Palermo per tre giorni ha bruciato Monte Cuccio.

Si alimentano le preoccupazioni e le proteste per quanto riguarda i ritardi della prevenzione sul territorio siciliano che accomuna tutti gli angoli siciliani e dove la realtà di prevenzione è ancora ferma da parte dei lavoratori forestali che sono ancora a casa. Hanno effettuato le visite mediche i lavoratori forestali 151nisti , ma ancora non sanno la date di inizio lavoro, dunque ritardi annuali puntuali e che rimandano tutto alla volontà di governo, presa dal fattore delle ripartenza del Covid19 e in contrasto con le varie fasi 3,2,1

photo-2020-05-17-17-48-42

What do you think?

Written by madonienews

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Esercito igienizza in Sicilia 54 comuni del Messinese

Dal 18 Maggio riprendono le prenotazioni al CUP mediante Whatsapp