in , ,

Il dopo Lapunzina. Simona Vicari di nuovo alla guida di Cefalù tra 2 anni ? “Pronta a ricandidarmi “

CEFALU‘ – E’ ancora presto per dirlo in quanto ancora per due anni l’attuale sindaco Rosario Lapunzina porterà avanti la sua legislatura nel comune di Cefalù. Certamente non potrà esserlo per il terzo mandato ma, voci, supposizioni e dicerie mettono in fermento la cittadina normanna, seppur prematuramente. Potrebbe esserci un ritorno per l’ex senatrice Simona Vicari che dal 1997 e per due mandati è stato il sindaco della città. Potrebbe essere di nuovo interessata dice lei che, affermando che la fede politica non si perde mai e le piacerebbe avere un rapporto diretto con i cittadini e la realtà di Cefalù tanto amata.

Ricordiamo che è stata anche sottosegretario alle infrastrutture dei governi Letta, Renzi e Gentiloni e che oggi non ricopre nessun incarico politico.

– “Sono pronta a scendere in campo e riprendere in mano Cefalù, cuore delle Madonie nei periodi in cui ero sindaco e, nonostante le difficoltà attuali non sempre colpa della politica, Cefalù rimane di tutti , tutti conoscono la nostra bella città, un capitale a livello mondiale che deve essere sfruttato al massimo nel suo circuito turistico internazionale. Questo percorso non si è più seguito ed è mancata la strategia a lungo termine. Nel 1999 Cefalù era, secondo le stime di Bankitalia, la città con il Pil più alto della provincia di Palermo e oggi purtroppo non è più così”.

photo-2020-05-17-17-48-42

Passerà dai Cefaludesi l’ultima parola per capire chi sarà il primo cittadino e su questo la popolazione ha ancora il tempo di pensare e capire se si potrà ai tempi passati.

What do you think?

Written by madonienews

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Nuovo decreto. Per chi ancora ha dei dubbi sul cosa fare e cosa no. Breve riepilogo

Madonie. Confesercenti Petralia distribuisce mascherine per le imprese di commercio. Collaborano all’iniziativa i Centri Commerciali Naturali