in ,

Bagheria. La Giunta approva il nuovo PUDM il Piano di Utilizzo del Demanio Marittimo

Approvato il piano di utilizzo del demanio marittimo che individua le modalità di utilizzo del litorale marino
disciplinandone gli usi sia per finalità pubbliche, sia per iniziative connesse ad attività di tipo privatistico
regolamentate mediante il rilascio di concessioni demaniali marittime.

Con delibera di Giunta comunale n. 138 del 18 giugno 2020 è stato approvato il piano redatto dal responsabile di posizione organizzativa della Direzione X Programmazione Onofrio Lisuzzo, con tutti i relativi allegati.
Il piano di utilizzo del demanio marittimo, di competenza dei comuni costieri e previsto dal Decreto ARTA, individua le modalità di utilizzo del litorale marino e ne disciplina l’uso, con il rilascio di concessioni demaniali marittime sia per iniziative pubbliche che per attività di privati.
La gestione degli  stabilimenti balneari e delle strutture relative ad attività sportive e ricreative è una delle attività prevista dal PUDM.
il primo PUDM approvato risale all’adozione con deliberazione del Consiglio comunale n. 53 del 18/04/2008. L’assessorato successivamente richiese delle integrazioni al piano per adeguarlo anche alle  Linee Guida del 2011 ed alle indicazioni impartite con la Direttiva Assessoriale n. 3964 del 9/6/2015.
Nuove modifiche furono necessarie allorquando fu previsto che la redazione del piano di utilizzo del demanio marittimo dovesse essere predisposta anche in formato GIS e che gli elaborati dovevano essere consegnati all’ARTA in formato vettoriale (shapefile), con georeferenziazione nel sistema Gauss-Boaga.
Nuovi aggiornamenti sono stati necessari a seguito dell’emissione del decreto sssessoriale n. 152/GAB del 11 Aprile 2019 relativo alle modifiche ed integrazione al D.A. n. 319/Gab del 5 agosto 2016 per l “Approvazione  delle linee guida per la redazione dei Piani di Utilizzo delle aree demaniali marittime da parte dei comuni costieri della Sicilia”.
Ad essere incaricato per queste ultime modifiche l’architetto Giovanni Speranza che lo scorso 10 maggio ha consegnato il PUDM nella sua riformulazione e, contestualmente ha trasmesso la VincA relativa al piano.
Il piano è stato quindi approvato dalla Giunta comunale ed inviato all’assessorato regionale Territorio e Ambiente di Palermo al fine di dare inizio alla procedura di approvazione  che si concluderà con l’adozione finale di competenza del Consiglio Comunale.

photo-2020-05-17-17-48-42

«I nuovi Piani di utilizzo del Demanio marittimo possono rappresentare un’importante occasione, non ancora appieno sfruttata, per la gestione delle aree costiere demaniali in relazione alle realtà urbane e territoriali a cui questi tratti di costa appartenevano» – sottolinea il sindaco di Bagheria, Filippo Maria Tripoli – «La redazione di un PUDM richiede approfondimenti a scale e differenziate: da quella urbana a quella di dettaglio e in questa sua attitudine interscalare, si connota come uno strumento moderno che delega al progetto della scala intermedi a il ruolo di ricomposizione delle fratture tra i sistemi costieri e quelli urbani. E’ dunque una fondamentale occasione per avviare un ragionamento complessivo sul rapporto tra costa e sistemi territoriali e urbani».

What do you think?

Written by madonienews

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

La sanità siciliana rischia il collasso. Medici, infermieri e operatori Fials in piazza

Bagheria. Divieto di fumo nei locali comunali, la giunta approva le linee guida