in , ,

Il sindaco Tripoli consegna una pergamena encomio all’agente Alessio Patricolo

Un incontro informale e di dimostrazione di stima e affetto quello di stamani tra il sindaco Filippo Tripoli e l’agente Alessio Patricolo, il giovane poliziotto che salvato alcuni palermitani  sorpresi dal nubifragio che si è verificato il 15 luglio nel capoluogo siciliano.
Il sindaco infatti oltre a chiedere al valoroso e impavido agente come si erano svolti i fatti ha anche chiesto come si possano affrontare, anche in futuro situazione impreviste e di pericolo nella maniera più efficace in modo da evitare al meglio danni a cose e persone e come collaborare insieme alla protezione civile. 
L’assistente capo delle volanti della Polizia è intervenuto all’incontro con il primo cittadino di Bagheria insieme alla sua famiglia e al collega il vice sovrintendente Filippo Gattuccio e al vice questore aggiunto Vincenzo Scognamiglio funzionario del Commissariato di Bagheria. 

photo-2020-05-17-17-48-42

«Non appena è arrivato via radio l’allarme dato da un primo equipaggio, sono intervenute sul posto 3 volanti che poi sono diventate oltre 10 pattuglie, l’acqua si è alzata nel giro di pochi secondi sino ad arrivare a quasi 4 metri e le auto che si andavano ricoprendo d’acqua erano numerose» – racconta Patricolo – «abbiamo salvato oltre 70 persone inclusi bambini». 
«E’ stato un intervento che va al di là dell’ordinario e anche dello straordinario, e sono orgoglioso di quanto sono riusciti a fare questi uomini» – dice il funzionario addetto del Commissariato Bagheria, Vincenzo Scognamiglio.
Il sindaco ha poi consegnato all’agente una pergamena encomio che riporta la seguente motivazione “Per essere intervenuto, con generoso slancio e cosciente sprezzo del pericolo, in soccorso di quanti sono stati sorpresi dalla “bomba d’acqua” che si è abbattuta su Palermo il 15 luglio 2020, salvando più cittadini palermitani colti dal nubifragio”.

Whats-App-Image-2020-07-02-at-17-49-37

What do you think?

Written by madonienews

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Allevatore di Gangi aggredito dalla mucca che, non voleva essere macellata. Trauma cranico e toracico per il 42enne

Castelbuono. Il Consiglio Comunale approva l’O.d.G. sul “contrasto al fenomeno mafioso”