in , , ,

LoveLove

La storia di Domenico Dolce, sognatore della sua Polizzi Generosa, sin da bambino….

Ci si imbatte spesso di sognare, di rivivere il proprio passato , con pensieri e sogni che a volte si avverano e spesso si spera che un giorno possa accadere ciò che si vuole o si vorrebbe. E’ la storia di Domenico Dolce, noto stilista della D&G e noto cittadino di Polizzi Generosa. Proprio dai sogni parte la sua storia e della sua famiglia, una famiglia molto rispettata da sempre nel piccolo paese delle Madonie ove , anni e anni or sono le situazioni erano molto diverse dalle attuali e dove, tante famiglie vivevano a stenti e portavano avanti la propria attività in modo consono alle esigenze di allora.

photo-2020-09-30-21-28-57

Era così per la famiglia Dolce che portava avanti “a putìa di Sciaveriu” la cosiddetta bottega di Saverio, una sartoria ove oltre al papà e la mamma, si faceva spazio il piccolo Domenico. Tempi passati e ricordi che oggi, la gente rivive, ne sottolinea e nè evidenzia la bontà e la bravura del papà Saverio, sarto fine nel suo modo di lavorare, e i modi gentili e garbati della mamma che a quei tempi andava incontro a tante famiglie che, per avere un vestito fatto a misura, faceva anche credito a tanti che non potevano avere la disponibilità economica. “Portatillu, pùai si nì parra” (portatelo poi se ne parla) era il detto della mamma che capiva le esigenze di allora, di altrettante famiglie che stentavano per pagare il vestito, ma volevano averlo per la festa del Crocifisso o per la Festa del patrono. Il vestito era un pezzo forte di allora , con gente che indossava il velluto orgogliosamente e che solo papà Saverio sapeva fare.

photo-2020-05-17-17-48-42

Oggi Domenico rivive e ricorda tali situazioni e chi lo incontra in paese gli racconta dei suoi genitori e gli fa rivivere i tempi bui in cui anche lui ha cambiato la sua vita tra le mura della sartoria, tra ago,forbici e ferro da stiro e con qualche sgridata della mamma…… Vita di sacrifici e di scelte fatte sulla propria pelle, in un cambiamento che oggi ha dato i suoi frutti con un successo dettato da scelte professionali e di vita. Oggi assieme al suo amico e collega Stefano Gabbana, anch’esso innamorato di Polizzi, sono ambasciatori della Sicilia nel mondo e, porta con sè l’amore per il suo paese. Invita i giovani “a darsi da fare”, e li invita a seguire le sue orme nel reagire e andare incontro alla propria vita, senza aspettare qualcosa che non arriva ma agire e reagire ad uno sconforto che tanti vivono.

Nella giornata di ieri ha inaugurato la Fondazione Dolce, un punto per i ragazzi che potranno esporre idee e trasformarle in fatti reali e concreti. Lo immagina così Polizzi, un paese che possa avere tanti sbocchi e che possa ripartire dall’artigianalità, dall’agricoltura, dal commercio e dalla voglia di fare e soprattutto mettere le mani in pasta. Esporre le idee e i fatti sono l’essenzialità di vita cui ognuno deve avere, con i giovani a cui tocca il compito di portare avanti il paese e che molto spesso si accoda al tema dell’esodo. Un sogno che vuole condividere con tanti e con tutti, ripercorrendo e trovando punti sostanziali per far riportane “u paisi” alla storia vissuta nel tempo. Questo è Domenico Dolce

Whats-App-Image-2020-07-02-at-17-49-37

What do you think?

Written by madonienews

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Bagheria. Presentato in conferenza stampa GoGreen Festival con Max Gazzè e Loste

Bagheria. Misure anticovid: cosa prevede l’ordinanza regionale del 9 agosto 2020 e cosa le ordinanze comunali per il ferragosto