in , , ,

Stretta del sindaco di Campofelice per il barbecue di Ferragosto. Eccessiva per alcuni ma ….indispensabile

Ordinanza restrittiva del sindaco di Campofelice di Roccella Michela Taravella a partire da oggi, per coloro che avevano “grilli per la testa” o per meglio dire pensavano di passare la notte di ferragosto tra barbecue ,falò e tendaggio in spiaggia. Una consuetudine annuale che purtroppo quest’anno deve essere annullata, in funzione della ripresa del Covid-19 e conseguente restrizione attuata dal sistema nazionale e dell’ordinanza regionale emanata dal presidente della Regione Sicilia, Nello Musumeci di questi giorni.

Dalle ore 8 di oggi 13 agosto e sino alle ore 20 del 15 agosto vige il divieto di: “Detenzione a qualsiasi titolo sulla pubblica via ed il trasporto con qualsiasi mezzo di legna e carbone, carbonella e qualsiasi altro materiale che possa astrattamente servire all’accensione di fuochi sulla spiaggia del litorale di Campofelice di Roccella”. A tal proposito non sono mancare le lamentele di qualcuno che già presagiva l’acquolina in bocca ma, dovrà spostarsi su altre zone meno affollate per prendere atto della classica “arrustuta”. – «Provvedimento inevitabile – per il sindaco Taravella, – vista l’attuale situazione che deve tener conto dell’afflusso di gente che si riverserà durante le notte di ferragosto in questi tre giorni caldi sotto tutti gli aspetti. La ripresa dei contagi deve far riflettere tanti e il distanziamento sociale e l’evitare affollamento rimane l’unica arma indispensabile per combattere e mantenere alla larga tale contagio». –

photo-2020-05-17-17-48-42

Tra il 14 e il 15 agosto il lungomare del Mediterraneo viene preso d’assalto da migliaia di persone riducendolo in uno stato degradante. Non solo sarà vietato fare il bagno dalle ore 20 di domani 13 agosto sino alle ore 10 del giorno di Ferragosto. L’ordinanza vieta l’accesso alla balneazione, tra l’opificio ex Afem ed il Castello di Roccella, del lungomare del Mediterraneo, mentre per tutto il restante litorale di spiaggia libera al confine con il comune di Termini Imerese e dall’altro lato con il comune di Lascari il divieto sarà solo in vigore dalle ore 20 del 14 agosto alle ore 8 del 15 agosto.

Anche questo un divieto ritenuto troppo restrittivo che ha già scatenato le polemiche di molti residenti ma anche vacanzieri che hanno deciso di trascorrere qualche giorno al mare nella cittadina madonita e che però non potranno fare il bagno per 38 ore. Inoltre è anche vietato la detenzione e il trasporto di tende, tendaggi e gazebo come anche di bottiglie e recipienti di qualsiasi tipo contenenti sostanze alcoliche e superalcoliche.

Whats-App-Image-2020-07-02-at-17-49-37

What do you think?

Written by madonienews

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Rassegna Stampa. Le Prime Pagine di oggi 13 Agosto

Prima Zipline in Sicilia. San Mauro Castelverde si prepara all’inaugurazione. Presente Nello Musumeci