in , , , ,

In attesa di nuove restrizioni, in Sicilia la situazione rimane preoccupante

Settimana calda nella sostanza e nei numeri in Sicilia , ove le cifre si sono esposte in modo esponenziale e, i casi di contagi sono arrivati a 1400 con 42000 tamponi, 18 morti e 15 ricoveri in terapia intensiva. Numeri che in 7 giorni non erano mai stati raggiunti, nemmeno a marzo/aprile: per dirne uno, ieri 285 contagi in 24 ore, tre giorni consecutivi sopra i 200. Nei sette giorni precedenti, i casi totali erano stati 1020, adesso sono nettamente di più.

Un quasi allarme che deve essere tenuto sotto controllo da tutti e da qui Musumeci a breve dovrà adeguarsi di conseguenza con un esercito di asintomatici, di isolamenti domestici, di focolai domestici, con l’epidemia che, tra l’altro, si sta spostando nei piccoli centri. Dove magari c’è meno controllo, più “sicurezza” da parte di chi ci vive e magari meno percezione del pericolo: questo sarà uno dei punti cruciali per i prossimi mesi.

photo-2020-05-17-17-48-42

Comportamenti rigorosi che tutti non rispettano e condividono ma è essenziale vista tale situazione di fatto con luoghi pubblici e privati ancora esposti a inosservanze generali. Tenendo conto che «la maggior parte dei focolai, il 77,6%, continua a verificarsi» in famiglia, l’attenzione si sposta nella movida con locali presi d’assalto nelle ore serale e soprattutto notturne con pochi giovani che seguono le direttive e si lasciano condizionare dalle “battutine” se ci si permette di indossare la mascherina. Sono già arrivate le prime sanzioni e forse, di dovrebbe calcare la mano per far capire maggiormente tale fattore. Basterà ?

Whats-App-Image-2020-07-02-at-17-49-37

What do you think?

Written by madonienews

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Nominati tutti gli assessori. Si completa la nuova Giunta Comunale a Polizzi Generosa

IO NON RISCHIO. Campofelice di Roccella a sostegno della Protezione Civile