in , , ,

Voto di scambio. Condannato il sindaco di Alimena Giuseppe Scrivano

Il sindaco di Alimena (Palermo), Giuseppe Scrivano, è stato condannato a 4 anni e 8 mesi, con l’interdizione dai pubblici uffici per cinque anni. La sentenza è della terza sezione del tribunale di Palermo, che ha accolto quasi del tutto le richieste del pm della Dda Francesca Mazzocco (cinque anni).

Il primo cittadino, destinato all’applicazione della Severino e all’immediata sospensione, in vista della decadenza, era stato rieletto nel 2018, sebbene fosse sotto processo per voto di scambio politico-mafioso: “Pino” Scrivano era accusato di avere comprato 50 voti a 50 euro ciascuno, alle elezioni regionali del 2012, quando si era candidato alle elezioni regionali nella Lega Nord. Per lui le percentuali alle elezioni comunali sono pressoche’ bulgare: due anni e mezzo fa aveva avuto il 60,67% dei voti.

photo-2020-05-17-17-48-42

Il politico era sfuggito per una nullità insanabile al primo processo “Argo“, contro il gruppo mafioso di Bagheria (Palermo), i cui componenti erano fra le altre cose accusati anche di avere appoggiato per denaro l’imputato. Scrivano era stato stralciato ed era finito a giudizio da solo, con l’assistenza dell’avvocato Vincenzo Lo Re, davanti al collegio presieduto da Fabrizio La Cascia. Il procacciatore di voti, Michelangelo Maurizio Lesto, era stato condannato a sette anni e la sentenza di colpevolezza nei suoi confronti e’ definitiva.

fonte – ilsicilia

photo-2020-09-30-21-28-57

What do you think?

Written by madonienews

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Lega sbarca in consiglio comunale Marineo (Pa)

I risvolti “positivi” del Covid-19. La testimonianza di un cittadino di Castelbuono