Il tampone molecolare conferma le positività nella RSA San Michele. Sono 83 i casi Covid a Gangi

E’ stata confermata la positività al tampone molecolare dei 41 ospiti e dei 10 operatori della struttura RSA San Michele di Gangi. Risultati in toto per tutti e situazione inaspettata per tanti che pensavano ad un probabile sbaglio anche in parte del sistema di tampone rapido così come successo ad Alimena e in parte anche a Castellana Sicula. Il Comune di Gangi ha inoltre fornito i risultati anche dei cittadini extra – RSA e cioè di 32 positivi che si aggiungono ai 51 della casa di riposo per un tortale di 83 persone coinvolte in questa pandemia, con 4 ricoverati e un decesso avvenuto nella giornata di ieri.

photo-2020-05-17-17-48-42

Una situazione complicata per Gangi, così come per gli altri paesi del circondario, con numeri alle stelle, se si sommano tutti i casi dei singoli comuni delle Madonie. Si attende e si valuta la situazione di ulteriori restrizione in aggiunta a quelle regionali, visto che le Zone Rosse nelle città e paesi, pian piano aumentano con nuove ordinanze che non possono seguire quelle nazionali.

Analisi unanime per tanti comuni e città che hanno pagato la non applicazione delle direttive dei singoli cittadini, tra giovani e meno giovani, sottovalutando in gran parte la pandemia, sopratutto quando la si assiste dal di fuori. Contagi che si sono moltiplicati per negligenza di tanti e anche dal sistema che ha voluto penalizzare e/o agevolare alcuni esercizi, limitando la vendita o il libero accesso a tanti durante i periodi pre e post festività.

Giusto o sbagliato, ora si deve prendere atto della verdetto che non guarda in faccia nessuno

photo-2020-09-30-21-28-57

What do you think?

Written by madonienews

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Rinnovo istanza per i percettori del reddito di cittadinanza. Lunghe code e assembramenti alle poste di Palermo

Cerda. 60 i positivi al Covid. Ordinanza restrittiva del sindaco Salvatore Geraci