in , , ,

Il sindaco Meli sullo screening scuole. “Cari colleghi delle Madonie,agite rispettando la propria coscienza e…. non aggirando l’ostacolo”

Il sindaco di Collesano Giovanni Meli, molto spesso si affida ai social per lanciare messaggi,commenti e inviti alla cittadinanza e, su situazioni in genere. Questa volta lancia un “grido di allarme” o per meglio dire un invito ai suoi colleghi sindaci del territorio. In un momento in cui il problema Covid rimane elemento cardine su cui tutti guardano e mirato a debellarlo quanto prima, il sindaco rimane una figura territoriale o locale indispensabile per prendere anche delle decisioni decisive per i cittadini e per il bene comune.

photo-2020-09-30-21-28-57
photo-2020-05-17-17-48-42

A ciò il primo cittadino di Collesano si è soffermato e contestato alcune decisioni che alcuni sindaci delle Madonie e non, hanno preso sulla questione delle riaperture delle scuole di Lunedì 18, non avendo coraggio di rispettare l’ordinanza dell’Assessore Razza e/o non avere impulso di prendere la decisi9one consona a tali situazioni o aggirare l’ostacolo in modo sbagliato. – “A tal proposito – dice Giovanni Meli – l’Assessore alla Salute Regionale Ruggero Razza, mediante una ordinanza, impone ai comuni dover effettuare uno screening di tutta la popolazione scolastica entro giorno 17, cioè prima della ripresa scolastica. Ora se per varie situazioni ciò non è possibile, il sindaco dovrebbe mettere in chiaro tale situazione e avvisare anticipatamente gli organi competenti, dell’impossibilità di mettere in atto tale ordinanza e non aprire le scuole. Non ha senso aprirle , aggirando l’ostacolo facendo la disinfezione e magari, rimandare in caso di positività il personale nuovamente a casa. Credo che i Sindaci debbano agire rispettando la propria coscienza e il senso di responsabilità del proprio operato. Credo che i Sindaci debbano operare guardando all’interno dei propri confini di competenza, evitando un grande errore di presunzione, spingedosi oltre confine, giudicando l’operato di altri amministratori che agiscono magari in modo diverso, ma sempre e in ogni caso nell’esclusivo interesse della propria comunità. In momenti come questi non ci si può sentire il primo della classe in nessuna occasione o circostanza, perché l’errore di valutazione è sempre dietro l’angolo. È un momento molto difficile e nessuno oggi sembra in grado di esprimere certezze. Essere prudenti e meno presuntuosi, soprattutto per chi ha voglia di scalare in futuro ambite vette politiche, forse in questo momento è il miglior modo per non rischiare brutte figure”.

What do you think?

Written by madonienews

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Covid Bagheria: partito lo screening per gli studenti e insegnanti di elementari e medie. Su circa 550 tamponi eseguiti, 3 i positivi

“Chiuderò scuole elementari e prima media se fra due settimane i dati saranno uguali”