in , , ,

Un giorno a Petralia Sottana tra i vaccini Pfizer degli over80. Non sono mancate le lamentele organizzative…


– Sono iniziati i vaccini Pfizer per gli over 80 presso il nosocomio del Madonna dell’Alto di Petralia. Siamo andati a seguire l’iter che gli anziani già prenotati effettuano per essere vaccinati e, abbiamo constatato le lamentele dei presenti, sopratutto nell’organizzazione ricettiva che ci si aspettava.Una carenza organizzativa dunque, per mettere al meglio o a punto il sistema giornaliero che accompagnerà il territorio delle Madonie a questa prassi e sistema.

photo-2020-05-17-17-48-42


Indicazioni carenti ove dirigersi e, mancanza di personale addetto nel ricevere gli assistiti e capire passo passo come muoversi all’interno della struttura.
Si parte con il turno mattutino delle ore 08.00-09.00 e seguire i 09.00-10.00,10.00-11.00. Appena arrivati bisogna capire che ci si deve mettere a turno mediante una firma apposita su un foglio e, compilare un questionario personale ….che manca sui tavoli e dopodiché si, attende il turno in base all’orario di prenotazione ma, iniziate in ritardo quindi, con tempi slittati e attesa spasmodica. Nel contesto le persone che arrivano nei propri orari di prenotazioni si sono accalcati, non assicurando quindi la giusta distanze e portando il tutto ad inevitabile assembramento generale.
Gente impreparata dunque a tutto ciò (che pensava solo di fare il prelievo) e persone che non sanno come districarsi tra le scartoffie e il proprio turno. Bastava soltanto aver occhio e rispetto per gli anziani ed evitare tutta questa compilazione in presenza, con tanti che chiedevano una penna da scrivere e chiarimenti sui quattro fogli da compilare. Una compilazione dei moduli on line così come fatto per la prenotazione, avrebbe evitato tale assembramento che tutti avrebbero voluto farne a meno, con più familiarità ad un problema comune, e personale abilitato nel sostenere, migliorare e aiutare chi ne ha bisogno, specialmente nella compilazione di un modulo…


Tutt’altra cosa all’interno, cioè nella stanza di vaccinazione, ove non è mancata la disponibilità e l’accoglienza della dott.ssa e dei suoi collaboratori che hanno tranquillizzato e rassicurato gli anziani durante la puntura. Richiamo tra circa un mese con modi e concetti già conosciuti e soprattutto nella speranza che questo, possa portare ad un risoluzione generale di guarigione e pandemia che ha portato tutti a cambiare il modo di vedere e gestire la vita quotidiana.

photo-2020-09-30-21-28-57

What do you think?

Written by madonienews

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Zero contagi a Gangi. Il ricordo oggi và a coloro che hanno perso la vita per il Covid

Pierobon si dimette da giunta regionale: «Me lo ha chiesto Musumeci»