in , , ,

Poca considerazione sulla Lotteria degli scontrini in Sicilia . Il Flop si evidenzia anche sulle Madonie

Si è svolta giovedì scorso la prima estrazione settimanale della lotteria degli scontrini, in concomitanza con il concorso mensile che ha già debuttato tre mesi fa e che finora ha distribuito 3 milioni di euro. Non tutto però sembra sia andato come si sperava con tanta gente che ha ignorato il fatto di abbinare la carta di credito allo scontrino da sorteggiare.

La lotteria degli scontrini, tuttavia, non sembra aver avuto grande appeal in Sicilia. Lo rileva il Rapporto 2021 sul coordinamento della finanza pubblica pubblicato dalla Corte dei Conti. Nella nostra Isola, infatti, solo il 22% degli esercenti censiti e tenuti alla trasmissione telematica dei corrispettivi, ha aderito trasmettendo almeno una operazione (21.211 su 96.625). Ciò mette in evidenza che sia mancato anche lo stimola da parte dei commercianti ad incentivare i clienti,e anche al fattore che, nei piccoli centri o nei piccoli comuni tanti ancora non utilizzano la carta di credito come mezzo di pagamento sia per esigenze personali, sia per conti risicati e inesistenti n banca o posta.

tyryt

Sulle Madonie i numeri e la partecipazione attiva, non si discosta tanto dalla realtà isolana, in quanto solo i grandi supermercati dislocati in alcuni comuni riescono a garantire tale fattibilità. I piccoli esercizi di paese anche se sono dotati di abilitazione e relativo costo di attivazione, non trovano i clienti propensi a districarsi tra codice barra da esibire da telefonino o cartaceo, al momento di pagare con la carta di credito. “A putia” locale trova anziani che non conoscono nemmeno il sistema, in aggiunta al fattore che pagano in contanti, dunque tutto ciò rimane attivo solo per i ” alcuni” che sperano sempre nella lotteria che molto spesso non arriva, dunque fattore aggiuntivo per togliere le tende anticipatamente ….

Ci si imbatte spesso in varie discussioni aggiuntive, su questo sistema di monitoraggio generale di contanti con il fattore “controllo movimenti carta” da parte dello Stato giusto o meno che sia, e sistema non digeribile per tanti che stizziti, preferiscono rimanere “estranei” e, preferiscono affidarsi al vecchio metodo di pagare in contante. Discussioni infinite a riguardo con la considerazione generale che, tra pagare in contante e farlo con la carta, nelle maggior parte delle case manca l’elemento essenziale, cioè “il soldo” !

Antonio David

photo-2020-09-30-21-28-57

What do you think?

Written by madonienews

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Partenariato tra il Giglio di Cefalù e Gemelli di Roma. Il sindaco di Campofelice: “Fondamentale per lo sviluppo territoriale”

“Pensare nuove forme di comunità per far fronte alla desertificazione del nostro territorio”