in , , , ,

Inizio del Ministero di don Domenico Sausa: “Torno nella mia Generosa Polizzi”

“Arrivau u parrinu nuovu”, dice la gente a Polizzi Generosa. La comunità ieri sera ha preso atto dell’inizio del Ministero di parroco del presbitero Domenico Sausa di origini polizzane e proveniente dalla Parrocchia S. Rosalia di Campofelice di Roccella. In una Chiesa piena, e in restrizioni Covid si è presentato alla sua nuova comunità, in presenza del vescovo di Cefalù Giuseppe Marciante, dell’amministrazione comunale di Polizzi, le autorità militari e, la rappresentanza civile di Campofelice di Roccella con l’Avv. Giuseppe Giardina facente funzione comunale, in virtù dell’indisponibilità momentanea del sindaco Michela Taravella (a cui vanno i migliori auguri di guarigione). Amici, familiari,suore, rappresentanza dei Carabinieri in pensione e tanta gente anziana cheha voluto dare un saluto don Domenico e rivederlo dopo tanti anni.

Emozionato, si presenta alla comunità, e seppur lui stesso dice che non lo è mai stato in passato, ripete il nome dato dalla gente di Campofelice “Santo che non suda” e, tra un momento distensivo e vecchi ricordi si sofferma quando da bambino quando serviva la messa a don Giovanni Silvestri, presente e attuale parroco nella stessa Parrocchia di Polizzi. – “Non avrei mai pensato di tornare nel mio paese essendo chierichetto allora,e prendere il posto di padre Nunzio Forti”. Eccomi a voi, con gioia sono tra la mia gente. Quando il Vescovo mi ha chiesto di venire a Polizzi, non potevo non dire “Eccomi”. Questo percorso tra i miei compaesani mi fà percorrere un tratto di strada nella sequela di Cristo, nella mia “Generosa Polizzi” – Esperienza matura, e grande consapevolezza ha mostrato ai suoi nuovi parrocchiani, visto che ha accumulato tanto, lungo il suo cammino pastorale, (Montemaggiore,Calcarelli,Cefalù,Castellana e in ultimo Campofelice di Roccella) avendo saggezza e rispetto della figura religiosa ricoperta, in un ruolo oggi assai difficile da portare avanti ai tempi d’oggi.

tyryt

Parole di elogio per don Domenico sono arrivate dal Vescovo che nel suo discorso, dice di aver dato alla comunità di Polizzi un parroco,una figura,un pastore che prenderà a cuore la storia del popolo. Ringrazia la comunità che, tramite un saluto significativo, mette a fuoco il senso della celebrazione e nomina il dimissionario don Nicola Crapa, dove in due anni dato quel che ha potuto, chiedendo di essere trasferito per problemi di salute e per essere vicino ai genitori anziani.

Benvenuto e ringraziamenti al vescovo anche da parte del sindaco Librizzi che augura un proficuo lavoro al nuovo parroco per il bene della comunità e dove troverà presente l’amministrazione comunale quando se ne chiede aiuto e sostegno.

photo-2020-09-30-21-28-57

What do you think?

Written by madonienews

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Parte alla grande il Gangi. Il Lascari vince a Castelbuono. Risultati e classifica

Per gli studenti pendolari delle Madonie garantito il servizio SAIS dal primo giorno di scuola