in , , , ,

Giorno 4 Ottobre potrebbe essere il giorno della Sicilia in zona bianca

Ci sarà la cabina di regia e la possibilità che si “chiuda un occhio” sull’Isola, con dati nettamente in calo ormai da giorni, si va concretizzando sempre di più.

Dopotutto la Sicilia è l’unica Regione in giallo, dopo l’allarme estivo, dovuto (a questo punto appare chiaro) più all’enorme massa di turisti e del gran movimento presente che alla vaccinazioni o altro, ha ricominciato a “rigare dritto”.

“Sono stati smentiti i profeti di sventura”, ha detto più volte il presidente della Regione Nello Musumeci, col fido assessore Razza che ha sottolineato il miglioramento sia dovuto alle azioni del Governo. Tutti, però, invitano a non abbassare la guardia e a continuare con le misure di sicurezza e spingere sulle vaccinazioni, perchè “solo così se ne esce”.

LA ZONA BIANCA

Alla cabina di regia, dicevamo, che la Sicilia si presenterà già con dati da bianca, cosa che ha già da un pò. Ci vogliono due settimane sotto quei parametri per sancire il passaggio, ma vista la situazione, si potrebbe chiudere un occhio (come successo in passato con altre Regioni) e sancire il passaggio già questo lunedì. E Roma ci starebbe pensando.

Dopottutto, ad oggi, la Sicilia ha “solo” 7,3% di occupazione dei posti letto in terapia intensiva (il limite è il 10), percentuale di ricoveri poco sotto il 14% nei reparti ordinari Covid (quando il limite è 16%), 75 positivi per ogni 100.000 abitanti, unico dato che potrebbe stonare con il bianco (limite 50) ma è in continua diminuzione. Ricordiamo che fino a poche settimana fa, i dati erano quasi da arancione, altro che bianca.

Ieri erano 553 i nuovi casi di Covid19 registrati nelle ultime 24 ore in Sicilia a fronte di 20.357 tamponi processati. L’incidenza sale al 2,7% ieri era al 1,8% L’isola era comunque al primo posto nei nuovi contagi giornalieri, al secondo posto il Veneto con 376 nuovi casi.

tyryt

I NUMERI DELLA SETTIMANA SCORSA

“La settimana appena conclusa conferma e rafforza la tendenza al rallentamento della diffusione del Covid-19 in Sicilia: sono diminuiti i nuovi positivi, gli attuali positivi, i ricoverati (ordinari e in terapia intensiva), i nuovi ingressi in terapia intensiva e i decessi”, aveva detto lunedì l’Ufficio statistica del Comune di Palermo.

Nella settimana conclusa i nuovi positivi in Sicilia sono 3377, il 23,8% in meno rispetto alla settimana precedente, quando già si era registrata una diminuzione del 29,1%. E’ diminuito anche il rapporto fra tamponi positivi e tamponi effettuati, passato dal 3,6% al 3,1%.

Gli attuali positivi sono 17003, 4033 in meno rispetto alla settimana precedente. Le persone in isolamento domiciliare sono 16396, 3882 in meno rispetto alla settimana precedente, dice l’ufficio statistica. I ricoverati sono 607, di cui 73 in terapia intensiva. Rispetto alla settimana precedente sono diminuiti di 151 unità (i ricoverati in terapia intensiva sono diminuiti di 28 unità). Nella settimana appena conclusa si sono registrati 26 nuovi ingressi in terapia intensiva (il 48% in meno rispetto ai 50 della settimana precedente).

Il numero dei guariti (272734) è cresciuto di 7318 unità rispetto alla settimana precedente. La percentuale dei guariti sul totale positivi è pari al 92% (90,5% domenica scorsa). Le persone decedute nella settimana sono 92 (contro le 116 della settimana precedente). A causa di alcuni riconteggi, il numero provvisorio di persone decedute attribuibili alla settimana appena conclusa è però pari a 49, dice il comune di Palermo. Complessivamente le persone decedute sono 6785, e il tasso di letalità (deceduti/totale positivi) è pari al 2,3% (come la settimana scorsa)

photo-2020-09-30-21-28-57

What do you think?

Written by madonienews

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Collaborazione tra Comune e PMG Italia. A Bagheria il veicolo Italia a servizio di persone svantaggiate e diversamente abili

Parco giochi e spazio urbano rinnovato,accessibile a tutti. Inaugurazione a Castelbuono