in , , , ,

SRR Palermo Provincia Est. A Castellana Sicula il nuovo impianto per il trattamento dei rifiuti

Sorgerà a Castellana Sicula il nuovo impianto per il trattamento dei rifiuti prodotti nei 38 Comuni della SRR Palermo Provincia Est. E’ stato deciso dal CdA nel corso dell’Assemblea, dove la Presidente Daniela Fiandaca ha chiarito le linee programmatiche e gli obiettivi che la nuova Amministrazione della SRR, insediatasi nel mese di agosto,si prefigge. All’Assemblea erano anche i rappresentanti della società Asja Ambiente Italia spa e della società di ingegneria Owacsrl rispettivamente aggiudicatario per la Concessione e progettista dell’impianto per il trattamento dei rifiuti prodotti nei 38 Comuni Soci della SRR Palermo Provincia Est da realizzarsi a Castellana Sicula che ne hanno illustrato le caratteristiche tecniche e gestionali.

Dopo l’approvazione del proprio Piano d’Ambito nel 2014, si sono chiarite le attività necessarie per la realizzazione e l’adeguamento degli impianti previsti nello strumento di pianificazione; l’aggiornamento del Piano è utile, stante l’attuale carenza di impianti, ad un più rapido avvio della realizzazione e messa in esercizio degli stessi.

tyryt

I comuni interessati sono 38 e cioè Alia, Alimena, Aliminusa, Altavilla Milicia, Baucina, Blufi, Bompietro, Caccamo, Caltavuturo, Campofelice di Fitalia, Campofelice di Roccella, Castelbuono, Castellana Sicula, Cefalà Diana, Cefalù, Cerda, Ciminna, Collesano, Gangi, Geraci Siculo, Gratteri, Isnello, Lascari, Mezzojuso, Montemaggiore Belsito, Petralia Soprana, Petralia Sottana, Polizzi Generosa, Pollina, San Mauro Castelverde, Sciara, Scillato, Sclafani Bagni, Termini Imerese, Trabia, Valledolmo, Ventimiglia di Sicilia, Villafrati e della Città Metropolitana di Palermo.

Il CdA intende dare nuovo impulso a tutte quelle attività utili al raggiungimento degli obiettivi prefissati dando continuità alle attività già poste in essere dalle precedenti amministrazioni, con l’obiettivo principale di realizzare nuovi impianti e l’adeguamento degli esistenti in ambito territoriale. Inoltre è intenzione del nuovo CdA attivare partnership con Università, Centri Studi ed Associazioni Ambientaliste e di categoria al fine ottenere il massimo scambio di informazioni e per l’implementazione di forme di collaborazione utili alla SRR, agli Enti Soci ed al territorio.

photo-2020-09-30-21-28-57

What do you think?

Written by madonienews

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Al Civico di Palermo 40 dipendenti senza vaccino

Boom di biglietti. Portano incassi le Guardie giurate sugli autobus Amat