in , , , ,

Consiglio comunale ad Isnello. Revocata dopo 97 anni la cittadinanza onoraria a Benito Mussolini

Nelle ultime variazioni di bilancio del Comune di Isnello sono stati fatte importanti cambiamenti a lcorrente esercizio finanziario. Nello scorso consiglio comunale è stato determinato un fondo di Euro 50.000 da destinare, tramite bando pubblico, a tutte quelle attività produttive che nel periodo acuto della pandemia hanno subito una diminuzione del fatturato; inoltre, sono state trovate delle risorse per mettere in funzione l’ambulanza non utilizzata e ferma da quando è stata acquistata. Un untilizzo importante grazie alla Protezione Civile che nè farà uso e ripristino facendola funzionare al meglio per la comunità.

Importante decisione è stata fatta doopo 97 anni, in Consiglio Comunale che ha revocato la cittadinanza onoraria a Benito Mussolini. Un atto simbolico dal significato ben preciso: l’Italia repubblicana nasce dalla lotta di Resistenza e ripudia l’ideologia fascista. Votazione dettata e preceduta da un interessante dibattito scaturito da interessanti e diverse prospettive da parte dei consiglieri.

tyryt

Il Consiglio, inoltre, ha contestualmente attribuito la cittadinanza onoraria al Milite Ignoto. A cento anni dalla traslazione del feretro del Milite Ignoto presso l’ Altare della Patria a Roma, il Comune di Isnello ha voluto onorare le vittime di tutte le guerre, ma in generale tutti coloro che sono caduti per la nostra Italia, dentro e fuori i confini nazionali, riconoscendo a tutti i caduti senza nome, la cittadinanza isnellese. Ai piedi del Monumento ai Caduti, appena restaurato, verrà collocata una targa a testimonianza di quanto attribuito dalla seduta consiliare di ieri.

Infine, un’altra importante deliberazione, è stata riservata a tutte le vittime di violenza e stalking. Verranno affissi dei cartelli informativi nei punti di aggregazione, presso gli uffici pubblici e negli esercizi commerciali, che dietro apposita convenzione, riporteranno l’indicazione del 1522 anche sugli scontrini e la stessa dicitura sarà riportata sulle ricevute di pagamento dei tributi comunali. Inoltre, presso tutte le nostre scuole saranno attivati percorsi di educazione sentimentale per fare crescere i nostri alunni nella consapevolezza dell’uguaglianza e del rispetto.

photo-2020-09-30-21-28-57

What do you think?

Written by madonienews

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Francia. Incontri culturali e conoscenza dei prodotti culinari. L’Ente Parco della Madonie va in scena

Nuovo allarme bomba a Palermo. Valigia rosa abbandonata in via Libertà