in , , ,

Prima Categoria. Il punto sulla prima parte del campionato e…sul mercato, in attesa del 23 Gennaio

Nelle prime 11 giornate di campionato si mette in evidenza l’equilibrio che vige in classifica con molte squadre che ancora possono dire la loro e ribaltare le proprie ambizioni annuali. 

Il girone di andata ha sancito il primo posto del Geraci con il mister Mineo che ha fatto un buon lavoro, e soddisfatto momentaneamente le esigenze societarie del Presidente Giaconia che ribadisce di arrivare quanto prima alla vittoria finale. Dietro, seguono un bel gruppo di squadre che si contendono la vittoria finale anche se tanti si dichiarano “secondi”, e dichiarano le ambizioni play-off. Intanto, tante squadre si sono rinforzate nel mercato invernale. La prima in classifica rafforza la rosa con il centrocampista Caponetto, Tomasello e Corradino e mette in guardia i suoi avversari che, le intenzioni di vincere il campionato sono serie. 

Il Villarosa, la bella realtà del tecnico Folisi che ovunque sia andata, ha messo in atto un bel modo di giocare, mettendo i giovani a proprio agio per conquistare punti  qualsiasi sia l’avversario. Le prospettive si sono ben evidenziate e ad oggi l’organico soddisfa una classifica che li vede competere per qualcosa di importante.

Il Real Suttano conclude la prima parte del girone di andata con il tecnico Gulino, esonerato nonostante la buona posizione in classifica ma, la società e il direttore La Lima, hanno voluto cambiare rotta e mettere la squadra, in mano al nuovo mister Di Matteo. Nuovi innesti nei nomi di Passero. Sciacca, Rizzo, Maritato e Lauricella e squadra che deve capire e mettere in atto i nuovi schemi del nuovo allenatore con difficoltà che si possono anche mettere in cantiere, sia in positivo che in negativo. 

Il Calcarelli del Presidente Angelo Pizzuto non si nasconde nel dire che la società ha fatto tutto ciò che era possibile per migliorare l’organico tra inesperienza di tanti giovani nella categoria, e infortuni che ne hanno caratterizzato la prima parte della stagione. Otto giocatori per l’allenatore Totò Tedesco che ha messo la sua esperienza a servizio di una “famiglia” come lui stesso ha definito all’inizio del campionato. Di Nuovo, Lo Bianco,  Zerbi, Guastella,  Bonomonte e i giovani Pensanene, Giambona e Morena, giocatori che possono migliorare le ambizioni societarie, nonostante la competitività di altre squadre che sino all’ultimo si daranno battaglia per contendere i piani alti della classifica. 

Altra bella realtà madonita è quella del Petralia Soprana, società seria e affidabile con preparazione dei giovani che parte dalle basi, con un settore giovanile utile che darà un aiuto per i prossimi anni. Il tecnico Giaconia , nonchè allenatore ha plasmato al meglio la squadra, coadiuvata dal padre  Fortunato che si accomoda in panchina quando il figlio scende in campo ma, aiutato e supportato da una dirigenza attenta e che valuta il tutto nel migliore dei modi.

tyryt

Il S. Anna Enna non si nasconde dietro un dito, vuole affrontare un campionato nel migliore dei modi e si impatta in giocatori di livello che stanno dando delle belle soddisfazioni a società e tifosi, dunque sperare è lecito, e i rossoblù la mettono in campo di domenica in domenica, e sin d’ora i risultati ne hanno dato ragione.

Altra società che ambisce a qualcosa di serio è il Città di Castellana Sicula che in questo mercato di ripazione ha limato ciò che era possibile , andando a correggere e sostituire coloro che per vari motivi hanno lasciato una bella realtà. Sono arrivati il giovane attaccante Pulizzi classe 2003, il giocatore di colore originario del Gambia,  Mimbe proveniente dal Gangi ma con trascorsi nella Sopranese, e in ultimo di tempo, l’attaccante Giovanni Gulì proveniente dal Valledolmo sua ultima squadra. Ha lavorato bene la dirigenza con Luigi Norato “vecchia volpe” del calcio madonita e primo sostenitore di una Castellana che ha sempre dato lustro al calcio delle Madonie, e seppur siano passati gli anni, la dirigenza vuole continuare a sostenere la loro fede calcistica alle spalle di mister Scavuzzo, tecnico capace ,valido e fautore di giovani che ne apprezza doti e caratteristiche. Obiettivo play-off da centrare , anche perchè a voce della società ci sono team più validi per vincere (sulla carta) il campionato.

Una classifica che si divide in due, e a solo quattro punti di distacco,segue il Branciforti e il Petralia Sottana che ha cambiato in corso il tecnico e che ora con mister Ruisi sembra aver trovare la giusta strada per staccarsi da una classifica pericolante e che potrebbe risucchiare squadre che tentano di uscirne fuori. Seguono Real Casale e Valledolmo che assieme al Nicosia contendono gli ultimi posti in classifica. 

Da notare che il Nicosia ha cambiato molto in ottica salvezza in questo mercato invernale e questo sta a significare che farà di tutto per lasciare attualmente l’ultimo posto in classifica e cercare di ribaltare una situazione che li vede chiudere un girone  tutt’altro che facile. 

Un bel campionato dunque, tra incertezze sia in testa che in coda, un campionato che, dopo il fattore Covid riprende il 23 o 30 Gennaio con importanti incontri tra cui su tutti, i due derby delle Madonie, cioè Calcarelli-Castellana e Petralia Sottana-Petralia Soprana, a voi l’arduo compito del risultato !!

Antonio David

photo-2020-09-30-21-28-57

What do you think?

Written by madonienews

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Casi in aumento anche a Scillato. Il sindaco Cortina invita al rispetto delle norme

Il maltempo provoca problemi sulle Madonie tra frane, smottamenti e viabilità.