in , , , ,

Piano Battaglia.Il Sindaco di Isnello, Marcello Catanzaro si sfoga: “Impossibile continuare così”

Ad un certo punto, diventa davvero mortificante per un Sindaco dover assistere sempre, ancora una volta, allo stesso copione su Piano Battaglia.
Ancora una volta, nonostante i tavoli tecnici, le riunioni e le solite discussioni, sempre le stesse, ad ogni nuova nevicata si ripropone sempre lo stesso problema, da anni: le strade non si spalano come si dovrebbe.

Lo scorso martedi, mi sono recato personalmente a Piano Battaglia.
Ho percorso tutta la SP54 per rendermi conto della situazione e, ancora una volta, ho dovuto a malincuore constatare una situazione desolante: i parcheggi pieni di neve, la strada spalata solo per metà, liberando solo un senso di marcia, i mezzi spalaneve fermi a bordo strada e solo qualche mezzo della Protezione Civile che cerca di prestare soccorso a qualche sventurato di turno rimasto bloccato.
E stamattina, ancora disagi. Pensavo che in prossimità del fine settimana si sarebbe provveduto a migliorare la situazione. E invece, no. Ancora ad oggi, le strade sono innevate e ghiacciate. E ancora, anche oggi, ad inviare note di sollecito alla Città Metropolitana che, ovviamente, nemmeno riscontra.

È mai possibile, che Piano Battaglia debba rappresentare sempre un problema e una emergenza continua?
È mai possibile che nessuno si indigni sul serio?
Ci si sente impotenti, con le mani legate, nell’impossibilità di trovare delle soluzioni concrete e condivisibili.

È tempo di ricercare le reali responsabilità e di andare fino in fondo.

La viabilità per Piano Battaglia si sviluppa su un’unica arteria stradale, la SP54. Una sola strada con qualche area parcheggio.
È così difficile programmare un servizio di sgombero efficiente?
È così difficile evitare che sul manto stradale si formi del ghiaccio?

È davvero mortificante dovere rispondere con frasi smozziccate e prive di soluzioni pratiche alle telefonate dei cittadini, degli operatori economici e, non da ultimo, dei numerosi visitatori e turisti che, ogni volta, ogni volta, si trovano impossibilitati a tutto, costretti a lamentare questa assurda inefficienza.

tyryt

Eppure un tempo si aspettava la neve a Piano Zucchi e Piano Battaglia.

È possibile che delle sorti di Piano Zucchi e Piano Battaglia non freghi più niente a nessuno?
C’è un futuro per Piano Zucchi e Piano Battaglia?
Cosa c’è che non va da queste parti?
Davvero non si vuole investire in questa parte di Sicilia?
Eppure, abbiamo tutto, tutto!!! Il sole e la neve, il mare ma anche la montagna che può offrire occasioni di sviluppo in ogni stagione.

Questi luoghi un tempo erano abitati e animati da una sana economia.
Si parla di rilancio dei borghi, di valorizzazione del paesaggio, di vocazione turistica 365 giorni l’anno e poi veniamo lasciati soli a combattere senza armi, incapaci di dare risposte e ridare fiducia ai nostri cittadini.
Come si combatte, se non dall’interno, lo spopolamento?
Come si rivitalizzano questi luoghi, se non veniamo messi nelle condizioni di accogliere, attrarre e trattenere capitale umano, profitti e investimenti?

Sono molto molto incazzato. Lasciatemelo dire.

Noi madoniti non meritiamo tutto questo ma molto molto di più.
Basta offendere le nostre intelligenze e capacità!
Continuando di questo passo, non potremo più biasimare la gente che se ne va, che si disinteressa, che volta le spalle alla politica perché disperata e disillusa.

Io continuerò a lavorare per il mio territorio, per vederlo rinascere e crescere.
Non mi arrendo a questo incapace immobilismo!

Chiederò al Parco delle Madonie di assumere gli atti necessari per capire bene le ragioni di questa inefficienza e, se del caso, riferire alla autorità giudiziaria.Non è più accettabile tutto questo.
È arrivato il momento di reagire e fare sul serio
Non possiamo più aspettare.
Non più.

photo-2020-09-30-21-28-57

What do you think?

Written by madonienews

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Polizzi Generosa. By-pass idrico per riempire i serbatoi comunali. Intanto solidarietà e aiuto dai sindaci Madoniti

Aggiornamento Covid. Sale Polizzi, Petralia Sottana e San Mauro