in , , ,

PNRR e piano urbano. Approvati tre progetti per la città di Bagheria

2 progetti presentati dalla città di Bagheria ed 1 direttamente proposto dalla Città metropolitana di Palermo, e,  nello specifico,  la realizzazione di un polo culturale e didattico dell’area Villa Cattolica, ex mulino Cuffaro e Sicilcalce e la realizzazione dei lavori di completamento dello stadio di Aspra con  una pista per atletica, e la riqualificazione del giardino storico settecentesco del complesso monumentale di villa San Cataldo,  sono stati approvati dalla commissione di valutazione,  incaricata delle selezioni per la presentazione del Piano Urbano Integrato al Ministero dell’Interno – Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali, necessario per l’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR).
Con il decreto 66 del 22 marzo 2022, il sindaco Metropolitano di Palermo Leoluca Orlando, su proposta del segretario nonché direttore generale, la dottoressa Antonina Marascia, ha approvato le proposte progettuali trasmesse, tra gli altri, dal Comune di Bagheria. 
Per la realizzazione del  PUI, della Citta Metropolitana di Palermo denominato “Palermo +: Metropoli aperta, Citta per tutti”, sono state assegnate, complessivamente, risorse per un ammontare complessivo pari ad euro 196.177.192,00, per il periodo 2021-2026.
Tra gli interventi finanziabili, anche i due progetti bagheresi: la realizzazione del polo culturale e didattico attraverso il recupero e la rigenerazione urbana dell’area Villa Cattolica, ex mulino Cuffaro e Sicilcalce per un importo di 12 milioni di euro e il progetto per la realizzazione dei lavori di completamento dello stadio di Aspra con la realizzazione di una pista per atletica per un importo di  8.000.000 di euro.
5 i milioni previsti per la riqualificazione del giardino storico settecentesco del complesso monumentale di villa San Cataldo.
Sarà ora compito della Direzione proponente della Città metropolitana di Palermo presentare al dipartimento degli Affari Interni e Territoriali del ministero dell’Interno  la presentazione del PIU (Piano Urbano Integrato) di cui i due progetti fanno parte. 
La progettazione rientra nella misura di investimento dei Piani Integrati – M5C2 – Investimento 2.2 del PNRR che prevede una pianificazione urbanistica partecipata con l’obiettivo di trasformare territori vulnerabili in città smart e soptenibili, limitando il consumo di suolo edificabile. 
L’obiettivo generale dei Piani Integrati é quello di favorire una migliore inclusione sociale, riducendo l’emarginazione e le situazioni di degrado sociale, promuovendo  la rigenerazione urbana attraverso il recupero, la ristrutturazione e la rifunzionalizzazione ecosostenibile delle strutture edilizie e delle aree pubbliche e  sostenendo progetti legati alle smart cities, con particolare riferimento ai trasporti2 progetti presentati dalla città di Bagheria ed 1 direttamente proposto dalla Città metropolitana di Palermo, e, nello specifico, la realizzazione di un polo culturale e didattico dell’area Villa Cattolica, ex mulino Cuffaro e Sicilcalce e la realizzazione dei lavori di completamento dello stadio di Aspra con una pista per atletica, e la riqualificazione del giardino storico settecentesco del complesso monumentale di villa San Cataldo, sono stati approvati dalla commissione di valutazione, incaricata delle selezioni per la presentazione del Piano Urbano Integrato al Ministero dell’Interno – Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali, necessario per l’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR).
Con il decreto 66 del 22 marzo 2022, il sindaco Metropolitano di Palermo Leoluca Orlando, su proposta del segretario nonché direttore generale, la dottoressa Antonina Marascia, ha approvato le proposte progettuali trasmesse, tra gli altri, dal Comune di Bagheria.
Per la realizzazione del PUI, della Citta Metropolitana di Palermo denominato “Palermo +: Metropoli aperta, Citta per tutti”, sono state assegnate, complessivamente, risorse per un ammontare complessivo pari ad euro 196.177.192,00, per il periodo 2021-2026.
Tra gli interventi finanziabili, anche i due progetti bagheresi: la realizzazione del polo culturale e didattico attraverso il recupero e la rigenerazione urbana dell’area Villa Cattolica, ex mulino Cuffaro e Sicilcalce per un importo di 12 milioni di euro e il progetto per la realizzazione dei lavori di completamento dello stadio di Aspra con la realizzazione di una pista per atletica per un importo di 8.000.000 di euro.
5 i milioni previsti per la riqualificazione del giardino storico settecentesco del complesso monumentale di villa San Cataldo.
Sarà ora compito della Direzione proponente della Città metropolitana di Palermo presentare al dipartimento degli Affari Interni e Territoriali del ministero dell’Interno la presentazione del PIU (Piano Urbano Integrato) di cui i due progetti fanno parte.
La progettazione rientra nella misura di investimento dei Piani Integrati – M5C2 – Investimento 2.2 del PNRR che prevede una pianificazione urbanistica partecipata con l’obiettivo di trasformare territori vulnerabili in città smart e soptenibili, limitando il consumo di suolo edificabile.
L’obiettivo generale dei Piani Integrati é quello di favorire una migliore inclusione sociale, riducendo l’emarginazione e le situazioni di degrado sociale, promuovendo la rigenerazione urbana attraverso il recupero, la ristrutturazione e la rifunzionalizzazione ecosostenibile delle strutture edilizie e delle aree pubbliche e sostenendo progetti legati alle smart cities, con particolare riferimento ai trasporti ed al consumo energetico.
Le città metropolitane dovevano individuare entro il 22 marzo 2022 gli interventi finanziabili e per Bagheria, tra i 159 giunti in totale da 76 diversi comuni, sono stati individuati i due progetti indicati.
Il responsabile del procedimento per la redazione del PUI (Piano urbano integrato) per la città metropolitana di Palermo è l’ingegner Orazio Amenta, supportato dall’avvocato Antonella Pompeo entrambi dell’ufficio staff del PNRR.
«Ringrazio gli uffici che hanno supportato le due progettazioni e il segretario generale della Città metropolitana di Palermo Marascia oltre al sindaco metropolitano Leoluca Orlando – dice il primo cittadino di Bagheria, Filippo Maria Tripoli – sono progetti importanti per la città di Bagheria, rappresentano un modo per mettere in pratica i principi decantati nel PIU, vala a dire la partecipazione democratica, la cittadinanza attiva e nuove forme dell’utilizzare i beni quali nuclei strategici intorno ai quali avanzare ipotesi per future politiche, per tendere a un’idea di città che sia inclusiva, per tutti».

photo-2020-09-30-21-28-57
tyryt

What do you think?

Written by madonienews

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Problema acque a Collesano. Sospesa l’erogazione per controlli sanitari

Ferrandelli presenta il suo simbolo per la candidatura a sindaco di Palermo