in , , , ,

Obiettivo raggiunto per il Petralia Sottana. Ruisi: “Abbiamo dei buoni giovani in rosa. Possiamo far bene in futuro se…”

Una salvezza centrata per il Petralia Sottana che chiude il campionato di Prima Categoria con i buoni propositi di avere fatto ciò che era giusto dopo un inizio difficoltoso. Nella prima parte del campionato la squadra sotto la guida di mister Vaccarella ha trovato delle difficoltà e da qui, un cammino tortuoso e faticoso per dover risalire una classifica sempre più pesante. La società successivamente ha dovuto affidare la panchina a mister Ruisi assieme al suo vice Amato e, visto il ritardo in classifica la nuova guida tecnica ha dato maggior linfa agli stessi giocatori che hanno pian piano messo in atto ciò che Ruisi voleva. 

Oggi il Petralia vista la difficoltà del campionato ha ribadito la sua solidità di gruppo con buoni giovani locali e rimarcando che, in questo campionato può starci tranquillamente sopratutto se si lavora e programma nei modi ce tempi giusti. Da un’ampia discussione sula campionato con mister Ruisi abbiamo notato che la soddisfazione di lavorare con la Polisportiva del Petralia Sottana, con una società affidabile e concreta pone dei traguardi anche a lungo raggio e su questo si può soltanto lodare un lavoro portato a compimento con qualche giornata di ritardo rispetto alle previsioni ma rimediabile dal prossimo anno se si pensa e si lavora in anticipo e con concretezza di intenti. A MadonieNews un’intervista limpida e schietta su un anno partito male e conclusosi con i pronostici auspicati.

Mister Ruisi l’ultima giornata di campionato ha visto la sconfitta del Petralia contro il Branciforti. Si pensava ad una chiusura di campionato diversa? “Dopo il pari interno con il Geraci che di fatto ha sancito la nostra permanenza in Prima Categoria c’è stato un fisiologico calo di tensione. Non è mai bello uscire dal campo sconfitti ma a questi ragazzi va fatto comunque un applauso perchè nelle sfide decisive sono usciti sempre da vincitori”.- Analizzando il campionato del Petralia si può dire che il cambio tecnico ha portato giovamento a tutti? “Prendere una squadra in corsa non è mai facile, la Società è stata coraggiosa ad affidarmi la guida tecnica e per questo ringrazio il Presidente Valenza e tutta la dirigenza in particolare i due Direttori Andrea Ippolito e Profita Christian. Ringrazio sentitamente anche il mio stretto collaboratore Massimo Amato con il quale abbiamo condiviso tutto il lavoro tecnico tattico eseguito nelle sessioni di allenamento. L’obbiettivo di raggiungere la salvezza con costi minimi nel primo campionato concluso in era covid è stato ampiamente raggiunto per la felicità di tutti”.

tyryt

La classifica del Petralia rispecchia l’attuale valore?  Si. Possiamo recriminare per qualche pareggio subito oltre il novantesimo e per l’incredibile sconfitta casalinga con l’enna ma il catastrofico rendimento esterno ci colloca al posto giusto della classifica”. –Secondo lei qual’è la squadra che poteva avere qualcosa in più in classifica e qualcosa in meno… “La Classifica ha rispecchiato i valori delle rose. La programmazione e la costanza del Geraci è stata premiata, il Villarosa ha avuto un crescendo impressionante, Calcarelli e Castellana hanno raddrizzato la stagione aggiungendo tasselli importanti nelle varie sessioni di mercato e adesso sono due organici di primo livello. Assisteremo a dei match di elevata caratura e speriamo che la vincente possa ottenere la promozione superando anche il successivo girone playoff”.-

Ci dica un giocatore del Petralia cui sentiremo parlare anche in ambito territoriale -“Ho tanta fiducia nei juniores che ho in organico. Certo dipende molto dalla voglia che avranno di continuare a far sacrifici per il calcio…. Marchese Fabrizio è gia un calciatore affermato, Gennaro Davide è una grande speranza per il futuro.”- La società oggi a mente serena deve valutare un rinnovo della guida tecnica, mister Ruisi sarà sempre in panchina ? Mi piace lavorare in team e per questo vorrei aggiunge qualche altra figura tecnica nello staff. La Società ha avuto modo di valutare i miei metodi e le mia preparazione. Se riterrà che ci siano i presupposti per continuare insieme valuteremo il da farsi. Il finale di stagione deve far riflettere, Occorre un significativo ampliamento della rosa ricercando calciatori motivati che lottino per la maglia che indossano, no prime donne no part-time, solo gente che abbia una sola parola. Attendiamo ma citando Mister Amato “ Chi anticipa vince”!

Da qui si riparte anche con l’aiuto di nuova linfa societaria e gente che vuole contribuire a metter su qualcosa di importante per la comunità, dando un aiuto e sostegno per pensare a qualcosa di costruttivo.

Antonio David

eeee-1

What do you think?

Written by madonienews

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Anci Sicilia. Piena solidarietà al sindaco di Petralia Soprana, Piero Macaluso

Coniglio itinerante a Castelbuono. Sorprese e cioccolato ai bambini