in , , , ,

L’attesa finale tra Villarosa-Calcarelli. Folisi: “Mi piace la squadra di Tedesco ma, punto tutto sui miei ragazzi”

Quattro giorni alla finale di playoff tra il Villarosa e il Calcarelli e l’attesa per il match inizia a, farsi sentire nei due comuni e nelle singole squadre che si stanno preparando per l’atteso incontro che porterebbe una delle due, ad alimentare la speranza di partecipare al campionato di Promozione.  I padroni di casa del Villarosa attendono i ragazzi di mister Tedesco nel loro fortino e stanno preparando l’incontro nel migliore dei modi per tentare un’impresa fattibile se tutto gira per il meglio ma, devono fare i conti con l’attuale forma del Calcarelli che ha battuto il Castellana in semifinale. 

Il duo Folisi attende al varco il Calcarelli che rispetta per la sua filosofia di gioco ma, in campo cercherà di fare lo sgambetto per proiettarsi al triangolare successivo con squadre da decidere. Abbiamo sentito l’umore di Mattia Folisi, figlio di Mario che assieme al padre allena la squadra e cordialmente risponde alle domande di MadonieNews. 

tyryt

-Mister Folisi siamo alla partita della verità, dentro o fuori ” Salve, si è una partita da “dentro o fuori” e bisogna affrontarla con la giusta mentalità. C’è la giusta atmosfera all’interno dello spogliatoio perché tutti conoscono l’importanza di questa gara e anche all’esterno la comunità intera ed il circondario freme per quella che è una partita che promette senza dubbio spettacolo”. Villarosa che affronta il Calcarelli in un buon momento e dopo averlo visionato nel derby col Castellana -“Andremo ad affrontare un Calcarelli che contro il Castellana è riuscito ad imporsi rischiando pochissimo. Senza dubbio i nostri avversari sono galvanizzati dalla vittoria nel derby, ma è nostro compito è quello di dare il massimo e pensare solo a quello che si pensa quando si gioca una finale”.-Due filosofie di gioco che si assomigliano e che hanno fatto dell’attacco il punto vitale del gruppo – “Beh devo dire che il Calcarelli gioca un bel calcio, piacevole da seguire, il mister Tedesco di grande esperienza, hanno tutti i reparti ben coperti ed un attacco che tutte le squadre desidererebbero. Noi abbiamo sempre cercato di prediligere il bel gioco, tuttavia questo non basta, si può giocar bene quanto si vuole, ma poi quello che conta, soprattutto in queste partite, è il risultato”. – Con i dovuti scongiuri l’eliminazione comporterebbe delle ripercussioni sugli obiettivi societarie di panchina? “Assolutamente no, siamo anche in semifinale di Coppa Sicilia e anche li vogliamo fare bene. Le parole lasciano il tempo che trovano. Sono i fatti quelli che contano. Non sono abituato ad autoproclamarmi, lascio agli altri il giudizio. Per quanto ci riguarda la stagione è stata molto positiva, andremo avanti con i nostri obiettivi anche in futuro. Posso contare su un gruppo dirigente molto unito e che insieme allo staff tecnico mettono l’anima in ogni cosa che si deve fare. Tutto ciò sommato alla voglia che c’è nei ragazzi da la forza per andare avanti spediti“. – Se dovesse togliere in giocatore al Calcarelli chi sceglietrebbe  -“È molto difficile scegliere un solo giocatore tra i ragazzi del Calcarelli, ci sono veri e propri top player in ogni reparto, a partire dal portiere. I numeri dicono che il loro attacco è decisivo, ma tutti gli altri reparti non sono assolutamente da meno, mi piacciono però molto i due giovani terzini”. – Se dovesse scommettere 10 euro su una squadra succhi punterebbe? -“Ho piena fiducia nei miei ragazzi, la mia certezza è che metteranno in campo anima e corpo come hanno sempre fatto in questa stagione per portare a casa un risultato positivo, siamo tutti ben concentrati sul nostro obiettivo, tutti insieme vogliamo e possiamo andare avanti, quindi non posso che scommettere senza indugio sui miei calciatori !”- Attento e precisa valutazione degli avversari e sintesi concisa di chi ha le idee chiare su come tentare di arginare l’ostacolo e questo basta solo aspettare domenica.

Qualunque sia il risultato finale, le due squadre hanno onorato al meglio il campionato rendendolo appassionante per il loro modo di giocare e per il bel calcio messo in campo. Due delle tante che hanno reso appassionante una girone C difficile fino all’ultima giornata a detta degli stessi addetti al lavoro che hanno seguito gara dopo gara squadre che meriterebbero una categoria superiore.

Antonio David


eeee-1

What do you think?

Written by madonienews

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Verrà completata la strada di collegamento tra Valledolmo e Vallelunga

A Castellana Sicula e non solo, l’Azalea della Ricerca