in , , ,

Confisca della Dia. Il tesoro delle famiglie mafiose di Belmonte Mezzagno passa allo Stato

Confisca irrevocabile per i patrimoni dei boss Salvatore Bisconti della famiglia di Belmonte Mezzagno e Giacinto Di Salvo, considerato il reggente del mandamento di Bagheria. I carabinieri del nucleo investigativo del reparto operativo di Palermo hanno notificato il provvedimento emesso nella primavera del 2018 da parte della sezione misure di prevenzione del tribunale e diventato irrevocabile nei giorni scorsi. Su richiesta dei magistrati della Dda di Palermo a Bisconti sono stati tolti definitivamente beni per un valore complessivo di circa 720 mila euro mentre per Giacinto Di Salvo la confisca vale mezzo milione di euro.

Bisconti è uno degli scarcerati eccellenti: ha scontato una condanna a 8 anni e 8 mesi per mafia ed estorsioni dopo essere stato arrestato nell’operazione Perseo. Al boss di Belmonte Mezzagno sono stati confiscati l’intero capitale sociale e i beni aziendali della società “Costruzioni Bisconti s.a.s. di Santangelo Giovanni & C.”, cinque terreni, 2 magazzini e cinque conti correnti bancari. A Di Salvo, detenuto dopo essere stato arrestato nell’operazione Argo, sono stati tolti 4 terreni e un appartamento a Bagheria, 2 automobili, una moto e 13 conti correnti.

tyryt

Repubblica

eeee-1

What do you think?

Written by madonienews

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Consiglio comunale di Polizzi Generosa. Tra le polemiche… approvato il bilancio di previsione

Bagheria. Lavori di riqualificazione del quartiere Incorvino