in , , , , ,

In cammino nei Parchi. Il 12 Giugno Balconata su Polizzi Generosa

Non si tratta della individuazione di un nuovo percorso/sentiero; semplicemente si vuole valorizzare un insieme di tracce tra cui alcune già esistenti anche sul catasto sentieri del C.A.I. I volontari della Sezione di Polizzi Generosa si sono fatti carico della segnatura a terra e della posa in opera di alcuni cartelli indicativi nei punti di deviazione.

Caratteristica peculiare che gli ha fatto guadagnare il nome di “BALCONATA” è la particolare esposizione che garantisce al camminatore di godere di un panorama mozzafiato che vede, come punto di mezzo della visuale, sempre il centro abitato di Polizzi Generosa, punto da cui parte il sentiero stesso. Nella sua “progettazione” iniziale il sentiero si snoda ad anello con partenza ed arrivo agli archi romanici (acquedotto del quattrocento) che si trovano all’ingresso del centro abitato di Polizzi Generosa; si sviluppa nel suo intero per circa 21 chilometri ma si può decidere di percorrere solo la parte alta e più panoramica di circa 14 chilometri avendo cura di lasciare preventivamente un mezzo nel punto in cui il sentiero incontra la strada provinciale 119 al Km 8,300.

In alternativa, per i meno allenati questo tratto alto del sentiero può essere percorso in senso inverso in modo da percorrerlo per gran parte in discesa completando il sentiero con arrivo in paese ed interpretando l’intero percorso ad anello in senso orario. Appena fuori dal centro abitato, dopo solo 200 metri sulla sinistra c’è un carrareccia che porta alla chiesetta della Pietatella, superata la quale si prosegue a destra per iniziare un breve tratto di salita sino ad incrociare la provinciale 119 all’altezza del Km 1,00; attraversando la strada asfaltata si entra sulla pista forestale in contrada Sanguisughe; questo tratto di sentiero in dolce salita si percorre per circa 4 Km sino a raggiungere una casermetta della forestale con il primo punto di acqua che si incontra sul percorso.

tyryt

Qui inizia un breve ma ripido tratto di sentiero che si inerpica per meno di un chilometro sulle pendici di monte Cavallo sino a riprendere la carrareccia che sale verso il santuario di Madonna dell’Alto; già da questo punto si gode di uno splendido panorama sulla parte meridionale della Sicilia con al centro sempre Polizzi che domina la valle dell’Imera. Dopo circa un chilometro si lascia ancora la strada sterrata per imboccare in discesa un sentiero che attraversa una ampia pietraia caratterizzata dalla presenza di muretti a secco realizzati negli anni dagli operai forestali per contrastare l’erosione e lo scivolamento a valle delle roccette.

Si arriva quindi alla parte più “faticosa” del sentiero che percorre in salita a zig-zag un tratto di pietraia per guadagnare la quota di monte Scalone; finiti i tornanti si va in falsopiano, sempre in salita, sino a raggiungere il versante ovest di monte Scalone ed alla fine della salita si apre un altro panorama sull’anfiteatro di Quacella, sul monte Mufara e sul massiccio di monte Cervi. Inizia il tratto in discesa che ci immette su Vallone Madonna degli Angeli, sito in cui vegetano i circa 30 esemplari (unici al mondo) di Abies nebrodensis. Cambia l’esposizione e di conseguenza anche la vegetazione; ci si immerge in una foltissima faggeta che rappresenta uno degli areali con questo tipo di vegetazione più meridionale d’Europa.

Il sentiero degli Abies, così conosciuto dai tanti visitatori del luogo, scende sino ad incrociare la pista forestale che dalla provinciale 119 va verso Monte San Salvatore; dall’incrocio con la stessa si raggiunge la strada asfaltata in pochi minuti; qui si può decidere di raggiungere Polizzi in macchina o proseguire per completare la variante più lunga ad anello, da percorrere a piedi sino in paese su carrarecce e tracce forestali ben evidenti e comunque tutte in discesa.

eeee-1

What do you think?

Written by madonienews

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Campofelice di Roccella. Dal 13 giugno al via i lavori di restauro della Chiesa di Santa Rosalia

Angelo Conti premiato dalla sua gente. Sindaco bis a Valledolmo